Conti Correnti e Depositi

Conti Correnti

ORDINARIO

E’ un contratto con il quale svolgiamo un servizio di cassa per il ogni tipologia di clientela. A questo, sono generalmente collegati una serie di servizi nei limiti del saldo disponibile, tra cui:

– carta di debito
– carta di credito
– assegni
– bonifici
– domiciliazione utenze
– servizi di banca elettronica (simply sms e web banking)
– fido

IN CONVENZIONE

E’ un contratto con il quale svolgiamo un servizio di cassa per la specifica tipologia di clientela convenzionata, con la caratteristica principale di avere condizioni agevolate.
Alla gestione del denaro sono generalmente collegati una serie di servizi nei limiti del saldo disponibile, tra cui:

– carta di debito
– carta di credito
– assegni
– bonifici
– domiciliazione utenze
– servizi di banca elettronica (simply sms e web banking)
– fido

Depositi a risparmio

LIBRETTO DI DEPOSITO

Il Libretto di deposito è la forma più tradizionale di deposito del risparmio da parte degli cliente.  E’ essenzialmente destinato al privato cittadino, viene utilizzato soprattutto come destinazione temporanea del denaro, onde evitare la custodia personale di somme anche consistenti in contanti, in attesa di un utilizzo dello stesso, sia per le necessità quotidiane che per eventuali investimenti in forme diverse più redditizie. A questo servizio non sono collegati altri servizi del tipo carta, domiciliazioni utenze, fido…
Può essere emesso sia nominativo che al portatore:

  • nel caso di un libretto nominativo, lo stesso riporta le generalità di uno o più titolari, i quali sono i soli ad avere facoltà di operare (salvo il caso in cui sia stata rilasciata una delega ad un terzo), e contempla la possibilità di stabilire limiti operativi, quali ad esempio la necessità della firma congiunta di più titolari, ovvero di uno dei titolari e di almeno uno degli altri, essendo strettamente necessaria la presenza del primo.
  • nel caso di un libretto al portatore, lo stesso può essere distinto dagli altri, oltre che da un numero progressivo assegnato dalla banca, anche da una denominazione, che può anche essere di fantasia; l’operatività in questo caso è consentita a chiunque presenti materialmente allo sportello il libretto stesso. Nei libretti al portatore l’importo non potrà essere pari o superiore a 1.000,00 euro a causa della legge antiriciclaggio. I libretti al portatore con saldo pari o superiore a 1.000 euro, devono essere estinti dal portatore ovvero il loro saldo deve essere ridotto a una somma inferiore al predetto importo entro il 31 Marzo 2012  (Decreto Legge n° 201, del 6 dicembre 2011).
Per le condizioni contrattuali di questi prodotti è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti anche su supporto cartaceo, presso tutte le filiali della nostra Banca.