Sisma Centroitalia 2016 – Proroga Sospensione pagamento rate mutui

Si informa la gentile clientela che il 6 dicembre 2017 è entrata in vigore la Legge 4 dicembre 2017 n. 172 che, tra l’altro, apporta alcune modifiche al comma 6 dell’art. 14 del D.L. 30.12.2016 come convertito dalla L. 27.02.2017 n. 19, in tema di sospensione dei pagamenti delle rate mutuo per i soggetti interessati dagli eventi sismici del 2016. In particolare:

All’articolo 14, comma 6, del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19, le parole: “31 dicembre 2017” sono sostituite dalle seguenti: “31 dicembre 2018” ed e’ aggiunto, in fine, il seguente periodo: “Con riguardo alle attivita’ economiche nonche’ per i soggetti privati per i mutui relativi alla prima casa di abitazione, inagibile o distrutta, localizzate in una ‘zona rossa’ istituita mediante apposita ordinanza sindacale nel periodo compreso tra il 24 agosto 2016 e la data di entrata in vigore della presente disposizione, il termine di sospensione dei pagamenti di cui al medesimo articolo 48, comma 1, lettera g), del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, e’ fissato al 31 dicembre 2020”.

 

Nei casi previsti dal comma 6 dell’articolo 14 del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19, i beneficiari dei mutui o dei finanziamenti possono optare tra la sospensione dell’intera rata e quella della sola quota capitale, senza oneri aggiuntivi per il mutuatario.

 

In considerazione di quanto sopra, i clienti interessati ad usufruire della proroga prevista dalla normativa in questione,  potranno presentare richiesta di sospensione del pagamento delle rate dei mutui presso la propria filiale, optando tra sospensione della sola quota capitale e sospensione dell’intera rata; in entrambi i casi il piano di ammortamento si “allunga” di un periodo pari a quello di sospensione. Qualora si opti per la sospensione della sola quota capitale, durante il periodo di sospensione il pagamento degli interessi avverrà con le stesse modalità e scadenze previste nel contratto di mutuo; qualora invece si opti per la sospensione dell’intera rata, durante il periodo di sospensione matureranno “interessi di sospensione” calcolati sul debito residuo in essere al momento della sospensione ed al tasso contrattuale vigente; gli stessi saranno imputati in quote costanti su tutte le rate a scadere alla ripresa dei pagamenti (salvo il cliente chieda di imputarli su un numero inferiore di rate). Per le operazioni di sospensione in questione, al mutuatario non saranno applicate spese di istruttoria o ulteriori oneri aggiuntivi.

Le richieste di sospensione dovranno essere presentate entro il 31 gennaio 2018 e dovrà essere allegata documentazione comprovante l’eventuale stato di inagibilità della prima casa di abitazione e/o l’insistenza dell’immobile in una “zona rossa” istituita da apposita ordinanza del sindaco del comune.

Il personale delle filiali è a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.